MUSEO DELLA CECCHETTI

 

© Alvise Manni, 14 dicembre 2006


( Mercoledì 15-04-2015 2:14 )

 

 

 


 

IN NOME DEL PADRE

 

Oggi sono 20 anni esatti dalla morte di mio Papà, Giuseppe Manni (1924 - 1995): aveva 71 anni ed io 25 (comunque pochi per entrambi).

Pensando di fare cosa gradita a molti doverosamente condividiamo e divulghiamo volentieri il Film che abbiamo girato nel Luglio del 1994 presso l'ex Fabbrica civitanovese "Cecchetti - SGI" al Porto.

Fu una impresa epica in tutti i sensi e sono sempre molto fiero di averla concepita e portata a termine per due importanti e differenti motivi: uno culturale ed uno personale.

Infatti ero lucidamente consapevole che se non si fosse immediatamente preservata e tramandata in qualche modo la secolare memoria storica dell'Opificio appena chiuso, poi questo comune tesoro cittadino di Archeologia Industriale sarebbe stato tutto spazzato via in relativamente poco tempo (come di fatto avvenne).

Ma allora non sapevo bene anche che quelle provvidenziali riprese audiovisive sarebbero diventate per me un preziosissimo ricordo da lì a breve, essendo l'ultima e più importate testimonianza filmata di mio Padre prima che morisse di cancro pochi mesi dopo (e conseguentemente questo lavoro è diventato a me particolarmente caro come a tutta la mia Famiglia!).

Purtroppo mutatis mutandis, ho la netta sensazione che sia la Fabbrica "Cecchetti - SGI" che Giuseppe Manni siano stati in qualche modo dimenticati abbastanza in fretta da molti (non da tutti per fortuna): diciamo pure immeritatamente omessi, rimossi, non citati, trascurati, ignorati, misconosciuti, obliterati...

Grazie a Dio chi invece li rammenta tutti e due (Stabilimento e Papà) in verità non può che farlo positivamente esprimendo sempre affetto, stima e gratitudine ( e questo naturalmente ci rallegra e consola non poco).

Ringrazio quindi per concludere tutti coloro che all'epoca si prodigarono per realizzare questo regalo ai posteri, a cominciare da mia sorella Enrica Manni la Cocuratrice ed il Regista Paolo Doppieri fra le persone fisiche, e la Sede locale dell'Archeoclub d'Italia, la 2GM Film e la Labris fra le Associazioni (e la lista sarebbe lunga e si rischiarebbe di dimenticare qualcuno e quindi rimando ai titoli di coda del Video).

Buona Visione e Ciao Papà

Civitanova Marche Alta (MC), Mercoledì 15 Aprile 2015.

 

 


 

Il Tornio restaurato nella teca in cristallo antisfondamento

(foto A. Manni 2013)

Il Tornio della ex Fabbrica "A. Cecchetti" - "S. G. I." del 1862 finalmente dopo un mese dall'inaugurazione nell'area dello Stabilimento dismesso è stato coperto con una teca di cristallo: circa 200 mq di vetri antisfondamento preserveranno dalle intemperie il manufatto fatto in Francia e che serviva a fare la manutenzione alle ruote dei treni (sale montate).

La Ditta maceratese "Faggiolati Pumps s. p. a." di Giovanni Faggiolati ha gentilmente restaurato gratis questo reperto di archeologia industriale probabilmente unico al mondo e che sarà il vanto della Città non appena i lavori edili di "Civitanova 2000" termineranno nei prossimi anni e si potrà visionare il Tornio in tutta la sua momumentale possanza.

Il Video in 3D presentato in anteprima dal locale Centro Studi Civitanovesi (Alvise MANNI), dalla Ditta recamatese "Image" (Carlo FOSCHI), dalla Sede Locale dell'Archecolcub d'Italia (Alberto FRANCINELLI ed Anna Maria VECCHIARELLI) e dal Comune a fine Ottobre 2013 ci auguriamo che possa inoltre essere messo a mo' di didascalia digitale per illustrare ai visitatori la storia in sintesi di questo vetusto macchinario prima possibile.

Ci sono voluti 23 anni ma sembra che la felice e lungimirante intuizione di Giuseppe MANNI e Ferdinando CABASSI (ex Dirigenti della "S. G. I.") di donare all'Amministrazione Comunale civitanovese nel 1990 il Tornio invece di rottamarlo si è finalmente in gran parte concretizzata ed ora manca solo che tutti possano apprezzarlo e goderne definitivamente e completamente entro alcuni mesi circa: grazie anciora a tutti quelli che hanno reso possibile questa bel recupero culturale!

Alvise MANNI
Pres Centro Studi Civitanovesi


 

Articolo apparso sul quotidiano on-line L'Indiscreto del 27 novembre 2013 alle ore 16:45 a firma di Mauro Torresi

 


 

Le Officine Meccaniche “Adriano Cecchetti” di Portocivitanova

(Articolo uscito sulla Rivita “Archeopiceno”, nn. 23 - 24, Lug. - Set. 1999, pp. 41 - 42.)

 

La Storia della Fabbrica Cecchetti di Civitanova Marche è lunga ed interessantissima, ma può essere piacevolmente studiata con i volumi, editi dal Centro Studî Civitanovese (1) , Civitanova. Immagini e Storie nn. 6 ed 8 (2); meno noto e più difficile da sapere è quello che negli ultimi nove anni si è fatto per la Cecchetti da parte di vari Enti e persone.

Già il 21/3/90 il Dott. Giuseppe Manni (Dirigente, sostituto dell’ing. Taddeo Giusti, dal 1961 al 1989 e uno degli ultimi direttori dello stabilimento) riesce a far donare al Comune di Civitanova M. (3), dal proprietario Alberto Gallinari di Reggio Emilia, il Tornio per le Sale montate (4). Qualche anno dopo il 30/6/94 (5) la fabbrica chiude definitivamente dopo 102 anni di attività, ma comunque il Dott. Manni aveva destinato al Locale Rotary Club il Busto del Fondatore, Adriano Cecchetti (6) e la stele dei nove Caduti sul Lavoro (7). Per fortuna noi del Locale Archeoclub concepimmo l’idea (8) di realizzare un Video-Documentario sulla Fabbrica (9) prima che il Patrimonio Culturale, Materiale ed Umano fosse del tutto dimenticato e demolito. La Presentazione Ufficiale fu fatta durante La Settimana dei BB.CC. (10) con tre manifestazioni coordinate da chi scrive per conto dell’Archeoclub ed insieme ad altri Enti Cittadini: si era ancora in un palpabile clima di tensione (11) che scorreva in Città e che influì “boicottando” la nutrita partecipazione popolare. Il 9/12/94 ci tenne la mostra fotografica (12) dentro lo spogliatoio dello stabilimento (ultima occasione per i civitanovesi di entrare in quel posto a tutti noi tanto caro), il giorno dopo la prima del Film ed il giorno dopo ancora l’inaugurazione della Sez. Cecchetti-SGI al Museo delle Arti e Tradizioni Popolari di Civitanova Alta (13). Il 1996 trascorse tra le notizie circa i nuovi proprietari di Civitanova 2000, i progetti del PRG sull’area e le continue piccole acquisizioni per la Sezione. Nell’anno scolastico 1994-1995 (14) la 3^E della Scuola Media Pirandello di Civitanova ha “adottato” il Monumento c. d.

 

Cecchetti. Il 13/12/97 si è tenuto il grande Convegno “Qui vive ADRIANO CECCHETTI…”: 50 anni dalla morte (1947-1997). ARCHEOLOGIA INDUSTRIALE A CIVITANOVA (15) . All’Iniziativa hanno collaborato moltissime persone che ci tengo a citare (16) sperando di non scordare nessuno. I bei frutti del Congresso sono che, dopo molti solleciti, il 22/7/98 un funzionario della Soprintendenza Archivistica delle Marche (Dott. ssa Cavalcoli) compie un sopralluogo verificando l’importanza dei Disegni e dei Documenti conservati negli uffici della Cecchetti (17) ; quindi il 4 ed il 9 Settembre scorsi, grazie ai soliti volenterosi volontari, si sono messi in salvo al Museo alcuni modelli (18). Infine proprio nel dicembre scorso la Regione ha pubblicato il Catalogo Musei Demoantropologici nelle Marche dove la Sez. Cecchetti-SGI ha visto una delle sue prime citazioni ufficiali. Per il futuro si spera che i contatti (19) intrapresi con il Prof. Luciano Pallottini dell’Archeoclub di Carassai (AP) e con la sezione d’ITALIA NOSTRA di Fermo (AP) continuino come si può ben sperare grazie alla prossima tesi di laurea in architettura ad Ascoli Piceno di Barbara Moschettoni (20). L’ultimissima informazione sull’argomento è la traduzione in inglese del video (21) e la nascita il 17/1/99 dell’Ass. ne Amici del Museo delle Arti e Tradizioni Popolari di Civitanova Marche (22) che valorizzerà sicuramente quanto già fatto a cominciare da questo articolo per Archeopiceno. A tutti appuntamento per il 3^ Convegno nel 2000!

 

Alvise Manni

_________________________________________

(1) conosciuti anche come c. d. Miscellanee;

(2) il primo è del 1997 ed il secondo uscirà nel 2000 ca.. Entrambi gli articoli sono a firma di Alberto Perini (che ha scritto la sua tesi in Sociologia ad Urbino). Bisogna anche ricordare quella in Economia di Paola Maranesi ad Ancona;

(3) che ancora non lo ha ritirato per salvaguardarlo come merita;

(4) e cioè delle ruote dei treni, datato 1862; un vero reperto di Archeologia Industriale uscito dalla celeberrima Usine de Graffenstaden di Illkirch (presso Salisburgo) in Francia. Il Sindaco del luogo ci ha spedito dell’interessantissima documentazione in francese edita localmente;

(5) l’ultima sirena suonò alle 16.45 ca.: per fortuna l’Amministrazione Comunale l’ha “riesumata” e dal 13/3/97 risuona tutti i giorni a Mezzogiorno;

(6) nato e morto a Civitanova rispettivamente l’1/4/1872 ed il 6/9/1947;

(7) che verranno riposizionati ed inaugurati il 9/2/97 nei giardini pubblici di Piazza XX Settembre al Porto dal presidente Mario Paolo Pirro e da Primo Recchioni. La stele, intanto, era stata mozzata della sua lampada bronzea votiva posta sulla sommità da ignoti vandali la notte fra il 31/12/96 ed il 1/1/97 ed attualmente risulta ancora perduta;

(8) durante la cerimonia del 1^ maggio 1994 svoltasi per l’ultima volta nel complesso industriale;

(9) dal titolo La “Cecchetti”: un Secolo di Vita (durata 38’) e con interpreti Mario Beruschi, Ferdinando Cabassi, Antonietta Fioretti, Giuseppe Manni e Marino Recchi; venne girato il 25, 27 e 29 Luglio 1994 dal regista civitanovese Paolo Doppieri ed è stato sponsorizzato anche dalle famiglie Manni e Ridolfi. Curatori Alvise ed Enrica Manni. Edizione Archeoclub Civitanova M. (MC) ed Ass. ne Labrys: ringraziamenti anche alle famiglie Clapis, Giagni, Petrolati ed allo Studio 2GM Film di P. S. Elpidio (AP). Anche nel novembre 1998 lo stabilimento è stato il “set” per una campagna pubblicitaria di calzature della zona (come già nel 1993-1994) e nei giorni suddetti di luglio 1994 anche un secondo cortometraggio è stato girato (come in una nuova Cinecittà);

(10) dal 9 all’11 Dicembre 1994 si tenne l’iniziativa “La Cecchetti“ di Civitanova. Archeologia Industriale. Era l’Anno dell’Archeologia Industriale in Italia;

(11) dovuto ai recenti ultimi licenziamenti;

(12) in collaborazione con la Fototeca Comunale che grazie all’ing. Ferdinando Cabassi ed a Giuseppe Manni conserva attualmente centinaia di vecchie fotografie e lastre della Cecchetti-SGI, archiviate da Paolo Domenella;

(13) successivamente intitolata l’1/5/95 allo scomparso G. Manni (n. 17/1/24 e m. 15/4/95) e di cui il sottoscritto ne è il conservatore;

(14) sotto la direzione anche della Prof. ssa Livia Brillarelli. La conseguente mostra del 1995 è stata riallestita nel 1997;

(15) curato da Alvise Manni e con ben 14 relatori: Enrica Bruni Stronati, Ferdinando Cabassi, Franco Di Costanzo, Ennio Ercoli, Bianca Maria Fracasso, Raimondo Giustozzi, Enrica Manni, Giancarlo Mazzante, Paolo Maranesi, Barbara e Luigi Moschettoni, Alberto Perini, Claudio Ridolfi ed Anna Maria Vecchiarelli. Si è pure prodotta la 2^ ed. del video e tirata una serie limitate di stampe dell’artista locale Marco Luzi e una piccola esposizione di reperti (purtroppo gli atti per adesso non vedranno la luce per mancanza di sponsor!);

(16) Dino Carlini, Elpidio Cecchetti, Fabrizio Cuccù, Monia Formentini, Alberto Francinelli, Andrea Gallinari, Elisa Manni, Anna Minio Paluello, Marialuisa e Roberto Radice, Zoe Ripari, l’Az. da Municipalizzata Rossini, la Biblioteca Zavatti, la Famiglia Luzi, il Lions Club Host e la Scuola Media Pirandello di Civitanova M., l’Ass. ne di Archeologia Industriale di Napoli, l’Istituto Storico della Resistenza di Macerata e la Soprintendenza dell’Umbria;

(17) ma ciò non ha evitato che l’8/9/98 (data ancora una volta fatidica) una parte della documentazione posteriore al 1948 venga messa al macero (nonostante le attenzioni del Sindaco Dott. Erminio Marinelli e del Soprintendente Archivistico Dott. Manlio Vinicio Biondi);

(18) costruiti dalle maestranze a scopi pubblicitari per le fiere ed i clienti in visita a Civitanova. Un grazie al signor Fabrizio Peroni ed all’ing. Luigi Pecorari di Civitanova 2000 ed a Fernando Lelli, Nicola e Pietro Pepa;

(19) per le conferenze sull’Istituto Montani di Fermo nell’autunno 1998. Sono emersi contatti interessanti ed inediti con la Cecchetti-SGI di Civitanova M.;

(20) che noi dell’Archeoclub civitanovese contiamo di presentare appena pronta (con il consenso dell’Autrice);

(21) in corso ad opera di Paolo Manni e Laura Scuderi;

(22) uscirà infatti nel corso del 1999 la Guida Breve di questa Sezione del Museo a cura dello scrivente e di Francesco Sbaffi (dopo quella sulla Sezione Enologica apparsa nel 1998); per maggiori informazioni presso: Alvise Manni, Via Aurora 35 - 62012 Civitanova M. Alta (MC), 0733890647/03394711537 (ore pasti).



info@museodellacecchetti.it


DISCLAIMER

Questo sito è di proprietà di Alvise Manni e non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001.


 

Siti collegati

 

http://www.centrostudicivitanovesi.it - http://www.civitanovaimmaginiestorie.it - http://www.centrostudicariani.it - http://www.500annibalcaro.it - http://www.ducatocesarini.it